Biblioteca "Italo Grassi" CAI Varallo Sesia

Biblioteca "Italo Grassi" CAI Varallo Sesia

Regolamento

Regolamento biblioteca in fase di approvazione

 

 

Art. 1  SEDE

 

La Biblioteca Italo Grassi  è parte integrante della Sezione di Varallo del Club Alpino Italiano, ed è sita  a Varallo Sesia in via C. Durio, 14. Scopo principale della Biblioteca Italo Grassi è quello di valorizzare il patrimonio culturale, librario e documentale ivi conservato, al fine di promuovere la conoscenza della montagna in tutti i suoi aspetti.

 

ART. 2 COMPONENTI

La Commissione Biblioteca è formata da un Presidente e da altri volontari. Il Presidente rimane in carica tre anni dopo i quali può essere rieletto. La Commissione sottopone il nominativo del futuro Presidente al Consiglio Sezionale che si riserva l'approvazione finale.

 

ART. 3 COMPITI

I compiti della Commissione biblioteca sono:

occuparsi della scelta del materiale da acquistare;

Espletare tutte le funzioni di catalogazione per rendere accessibili ai Soci i nuovi acquisti;

Presentare ogni anno al Consiglio Direttivo della Sezione i bilanci preventivo e consuntivo e la relazione annuale;

Intrattenere i rapporti con le altre biblioteche sia del sodalizio sia esterne;

organizzare mostre, incontri, e quant'altro al fine di promuovere la cultura della montagna

Sono gli unici autorizzati a erogare il servizio di prestito e consultazione.

 

ART. 4 CONSULTAZIONE

La consultazione del materiale conservato presso la biblioteca è autorizzata sia ai soci CAI sia ai non soci. Per accedere al servizio l'utente deve compilare l'idonea domanda reperibile in biblioteca. E' escluso dalla consultazione tutto quel materiale non ancora inventariato. Al servizio degli utenti c'è un catalogo cartaceo che comprende le opere catalogate fino al 1999. L'elenco delle opere catalogate successivamente con sistema informatico può essere consultato alla pagina http://mnmt.comperio.it/biblioteche-cai/biblioteca-italo-grassi-cai-varallo-sesia/ ospitata nel sito del Museo Nazionale della Montagna di Torino sotto la voce Biblioteca Nazionale CAI. In biblioteca è presente una rete Wi-fi gratuita, a disposizione di tutti previo inserimento di apposita password da chiedere al bibliotecario.

 

Art. 5  PRESTITO

La biblioteca istituisce un servizio prestito riservato ai soli Soci CAI di qualsiasi Sezione in regola con il bollino dell'anno in corso. Il Socio che vuole accedere al servizio deve fornire i propri recapiti telefonici ed e-mail, che saranno conservati in un file custodito sul computer della biblioteca.

Al momento del prelievo e della riconsegna di libri, carte topografiche e riviste, il Socio deve apporre la propria firma sul registro apposito. Sullo stesso registro sarà cura del bibliotecario riportare i dati relativi all'opera prestata (autore, titolo, la data del prelievo/restituzione e il n. di collocazione). Il prestito dei libri, delle carte topografiche delle riviste dura 30 giorni. Se nel frattempo non ci sono state altre richieste  il prestito può essere  rinnovato per altri 30. Si può avere in prestito un massimo di tre opere a scelta tra libri, riviste e carte topografiche.

 

Art. 6 MATERIALE ELETTRONICO

Per gli E-Readers  il prestito dura 30 giorni e non è rinnovabile. Per accedere a questo servizio il socio deve compilare e firmare l'apposita scheda che gli verrà fornita dal bibliotecario. Si può avere in prestito solo un ereader per volta.

 

ART. 7 MATERIALE ESCLUSO DAL PRESTITO

E' escluso dal prestito il materiale di particolare valore storico ed economico, il materiale raro, le tesi di laurea e i libri che recano autografi, dediche, ex libris ecc.  E' altresì escluso dal prestito tutto quel materiale non ancora inventariato. In particolari casi il bibliotecario può sottoporre al Presidente e/o al Consiglio Sezionale una deroga al presente articolo.

 

ART. 8 MATERIALE PER STUDI, PUBBLICAZIONI ECC.

Chi utilizza il materiale proveniente dalla biblioteca per pubblicazioni, ricerche o altro è tenuto a citarne la fonte e si impegna a consegnare una copia del proprio scritto. Il materiale tolto dagli scaffali deve essere riconsegnato al bibliotecario che provvederà a risistemarlo nella giusta posizione originaria.

 

ART. 9  RIPRODUZIONI

E' concessa la riproduzione del materiale mediante fotocopia, scansione, fotografia nei termini stabiliti dalla legge. Compito dei bibliotecari è scegliere di volta in volta quale tipo di riproduzione permettere al fine di non danneggiare il materiale stesso.

 

ART. 10 OBBLIGHI DEGLI UTENTI

Gli utenti si impegnano a conservare il materiale avuto in prestito con la massima cura possibile, senza apporvi sottolineature, annotazioni o quant'altro possa arrecare danno.

In caso di danneggiamento o mancata restituzione l'utente è tenuto un risarcimento dell'opera smarrita o danneggiata pari al valore di mercato.

 

ART. 11 GITA ANNUALE

Il Consiglio Sezionale ha dato facoltà alla biblioteca di organizzare una gita annuale a scopo escursionistico/culturale il cui ricavato andrà sommandosi al bilancio annuale definito dalla Sezione.

 

ART. 12 DIVIETI

Nei locali della biblioteca è severamente vietato fumare.