Biblioteca La montagna - CAI Sezione di Napoli

Biblioteca La montagna - CAI Sezione di Napoli

Modalità per il prestito

Il prestito è riservato ai Soci della Sezione. Per particolari esigenze, valutate di volta in volta dal Referente della Biblioteca, possono essere ammessi al prestito anche non Soci che esibiscano un documento di identità in corso.

Sono esclusi dal prestito il materiale raro e/o di particolare pregio, generalmente le opere pubblicate prima del 1960, i periodici, le carte topografiche, le guide, i documenti d’archivio e tutto il materiale che deve rimanere in Biblioteca su indicazione del Referente della Biblioteca. 

La durata del prestito è di massimo due volumi per 15 giorni; per particolari esigenze e se non ci sono nel frattempo ulteriori richieste per tale materiale, il prestito può essere prorogato per ulteriori 15 giorni.

Per la pre-iscrizione al prestito, inviare una E-mail a biblioteca@cainapoli.it o un sms al numero 338.877.28.72 indicando nome e cognome, data di nascita, numero telefonico, indirizzo postale, città di residenza e numero di tessera del CAI, e le indicazioni dei volumi richiesti. I dati saranno inseriti nel programma gestionale della biblioteca, saranno trattati nel pieno rispetto delle vigenti leggi sulla privacy e saranno utilizzati al solo fine di iscrivere i lettori al prestito e di gestire il servizio. I lettori saranno contattati per completare l'iscrizione al prestito in sede e prelevare i volumi in biblioteca. Non saranno presi in considerazione richieste di pre-iscrizione al prestito con i dati incompleti.

Il testo non restituito o deteriorato è addebitato al richiedente che lo ha ricevuto in prestito, che è tenuto a provvedere al suo nuovo acquisto o a versare alla Sezione il corrispettivo del valore rivalutato nel tempo per le opere non più reperibili sul mercato. È richiesto altresì il pagamento di una penale.

In caso di ritardata restituzione o danneggiamento, il Referente della Biblioteca riferisce al Presidente della Sezione, per decidere la sospensione del prestito all’utente ritardatario per la durata del periodo del ritardo o a tempo indeterminato nei casi di notevole gravità.

Maggio 2018